Home - Didattica - Biblioteca dei diritti e della legalità P.Giuseppe Puglisi - Regolamento

BIBLIOTECA BIBLIOTECA DEI DIRITTI E DELLA LEGALITA'

PROGETTO REGOLAMENTO BIBLIOTECA CATALOGO E RISORSE ON LINE

REGOLAMENTO  (in pdf)

La biblioteca di cittadinanza e legalità “P. Giuseppe Puglisi” è un importante centro di promozione culturale organicamente inserito nelle strutture e nei processi formativi della scuola in quanto luogo che concorre alla realizzazione delle finalità educative e didattiche del Regina Margherita. La sua istituzione è stata promossa dalla prof.ssa Rosaria Cascio che ne ha curato l'inaugurazione come emanazione dei dipartimenti di lettere e di diritto e come referente, insieme alla collega di funzione Rosalba De Caro, della legalità.

Art. 1 Natura e fini
La Biblioteca è uno spazio educativo che concorre agli obiettivi formativi della scuola, le cui attività di educazione alla lettura e di didattica della ricerca mirano alla formazione dell’allievo motivato, autonomo e critico. Scopo primario della Biblioteca è sviluppare negli alunni l’amore per la lettura, contribuendo attraverso essa alla loro crescita culturale, civile e morale. La Biblioteca si propone di fornire un ambiente idoneo ad accrescere la preparazione culturale e a soddisfare le continue esigenze di apprendimento. La Biblioteca tutela e valorizza il patrimonio librario, curandone, compatibilmente con il bilancio, l’arricchimento annuale.

Art. 2 Finalità del servizio
Le finalità della biblioteca sono:
libro conservare ordinatamente i libri
libro incentivare il gusto e l'abitudine alla lettura
libro educare all'ascolto
libro sviluppare le capacità comunicative ed espressive degli alunni
libro promuovere negli alunni lo sviluppo di un pensiero critico, creativo e divergente.
libro supportare le attività didattiche curricolari attraverso testi di consultazioni e specifici per le diverse discipline
libro promuovere iniziative atte a favorire l'inserimento organico della Biblioteca Scolastica all'interno delle varie attività della scuola
libro promuovere, anche attraverso la lettura, la crescita civile e democratica degli studenti e dei docenti.

Art. 3 Responsabilità e gestione
Responsabile della biblioteca, sino a diversa disposizione del Dirigente scolastico, sarà la prof.ssa Rosaria Cascio che ne curerà lo sviluppo dato che, ancora, il patrimonio librario è poco cospicuo. Il Responsabile, tra i servizi propri della Biblioteca, cura la catalogazione e la conservazione dei testi e degli altri beni culturali esistenti, la loro messa a disposizione e promuove l’utilizzo della Biblioteca da parte degli studenti della scuola. Cura altresì l’efficacia, e l’efficienza e la funzionalità del servizio, in modo tale che, la biblioteca non sia considerata soltanto un centro di documentazione o luogo di mera conservazione di libri ma una struttura al servizio di tutta l’utenza scolastica. Per questo si avvarrà del progetto della stessa approvato negli anni scolastici precedenti e già ricco di proposte ed  iniziative. Il progetto è allegato al presente regolamento.

Art. 4 Destinatari
La biblioteca è al servizio dei docenti, degli alunni, dei genitori e di tutto il personale scolastico.

Art. 5 Prestito
1. Il prestito librario è riservato agli alunni, ai docenti e al personale della Scuola. Per il prestito è necessario compilare un apposito modulo-registro. Il lettore che riceve un'opera in prestito deve controllare l'integrità e lo stato di conservazione e far presente immediatamente, a proprio discarico, al personale addetto, le mancanze ed i guasti  in essa eventualmente riscontrati. Il prestito è personale e non cedibile. Vengono dati in prestito non più di due libri. Per motivi di studio segnalati dall'insegnante della materia (ricerche, preparazione esami di stato), possono essere concessi più libri contemporaneamente. Non è consentito scrivere, anche a matita, sui testi della biblioteca. La durata del prestito dei libri è di 30 giorni. La proroga deve essere richiesta esibendo l'opera entro il termine di scadenza e verrà concessa solo in mancanza di altre richieste per la stessa. Le opere vanno restituite solo alla Responsabile previo appuntamento.

Art. 6 Sanzioni
In caso di mancata restituzione o danneggiamento dell'opera avuta in prestito, l'utente sarà tenuto a riacquistarne copia identica. Per gli studenti, minori d'età, saranno ritenuti responsabili i genitori. La responsabile, insieme al Dirigente, valuterà altre modalità di risarcimento in caso l'opera non si trovi più in commercio. Il ritardo della restituzione delle opere prese in prestito comporta una sospensione dell'accesso al prestito pari al numero dei giorni di ritardo. La responsabile segnalerà ai docenti di classe, e quindi alle famiglie, inadempienze frequenti. La mancata osservanza delle norme comportamentali e di uso può comportare:
libro il richiamo da parte della responsabile e dei Docenti di classe (orale e/o scritto)
libro l'esclusione temporanea dal servizio
libro la comunicazione ai docenti di classe e al Dirigente Scolastico per eventuali ulteriori provvedimenti

Art. 7 Orario di apertura e accesso
La biblioteca non ha una sede a disposizione per la consultazione o la lettura. E' costituita esclusivamente dal patrimonio librario in essa custodito. Le chiavi della libreria sono in possesso
della prof.ssa Cascio che ne cura il prestito su richiesta.

Art. 8 Disposizioni finali
Il presente regolamento entrerà in vigore ad apertura della Biblioteca, con l’inserimento nel POF e nel PTOF e sarà vigente per l’a.s. 2019/2020 e per il triennio successivo. Copia di questo regolamento sarà esposta in formato cartaceo nella biblioteca e in formato digitale sul sito della scuola.